UNDERGROUND LIFE
Questo Soave Sabba
© (P)1992 Lilium


Questo soave sabba


01. gola del mondo 0.08
02. milano malinconica 4.39
03. anima alma mater 4.31
04. signora dei gigli 5.20
05. l'eclissi 5.00
06. adolescente X 3.30
07. canzone dell'eterno settembre 4.38
08. selene 4.05
09. nel silenzio 4.28
10. l'arte di cadere 4.41
11. donnagatto dopo l'amore 4.02

L'ultimo e definitivo capitolo de La Vita Sotterranea. Prodotto artisticamente da Alberto Radius e realizzato quando ormai si preannunciava lo scioglimento del gruppo, il disco rivela momenti di grande sintesi compositiva e già fa presagire in alcuni episodi la nascente carriera di Onorato solista.
L'album viene registrato durante l'autunno 1991 e l'inverno 1992 a Milano negli Studi Radius, con Gianni Prudente alla consolle (fratello di Oscar Prudente e reduce da un'importante carriera di ingegnere del suono in America. Gianni Prudente è colui che ha immortalato il Lucio Battisti di "la batteria il contrabbasso eccetera").
In copertina l'opera omonima "questo soave sabba" di Onorato, un dipinto/collage dello stesso anno.
Tra il 1992 e il 1993 si esprime dal vivo con la massima intensità possibile tutta l'elegante, malinconica e al tempo stesso esplosiva carica dal vivo della formazione monzese. Sarà l'ultima fiammata prima che Onorato si chiuda in studio (con parte degli stessi UL) per dare vita alla sua prima opera solista. Da questo disco in poi Underground Life resterà un nome scritto nel firmamento dell'evoluzione della musica del nostro Paese.

Altre pubblicazioni degli Underground Life in catalogo: